La volatilità rimane bassa sul mercato del Gas Naturale

Proprio poco prima che i mercati andassero “in vacanza” per le festività natalizie, i mercati del Gas Naturale hanno comunque performato ottimamente, anche se tuttavia i mercati stanno rimbalzando verso il basso, adesso che in questo lunedì i traders stanno man mano tornando ai propri trading desk:

Greggio    37.96    0.04     0.11%
Oro    1063.0700    -1.67    -0.16%
Gas Naturale    2.35    -0.01    -0.55%
Argento    13.8720    0.07     0.49%
Grano    470.00    0.25     0.05%
Caffè    126.05     2.35    1.90%

I futures di febbraio del gas naturale hanno concluso la settimana in rialzo, in quanto le previsioni per una clima più freddo nelle prossime due settimane hanno senza dubbio amplificato le aspettative della domanda. I dati di inventario settimanali pubblicati il 31 dicembre hanno mostrato che le scorte di gas naturale si sono ridotte più del previsto durante la settimana, che è terminata il 25 dicembre, contribuendo a sostenere il mercato.

Secondo la US Energy Information Administration, le scorte di gas naturale sono diminuite di ben 58 miliardi di piedi cubi la scorsa settimana. Gli analisti ed i commercianti intervistati dal The Wall Street Journal prevedono che l’agenzia governativa possa affermare in maniera ufficiale che le scorte sono diminuite di 54 miliardi di piedi cubi durante la settimana.

Nonostante il pareggio rialzista, che era molto più inferiore rispetto al solito per questo periodo dell’anno, il che rende il mercato vulnerabile ad una correzione a breve termine. Questo è più che probabile che si verifichi se le previsioni del tempo cambieranno per portare inevitabilmente a temperature inferiori alla norma, rispetto ad una previsione di temperature sopra la media.

Entrando nelle logiche del mercato di questa settimana, il mercato del gas naturale rimane ancora con un eccesso di offerta. Le scorte si attestano a 3.755 miliardi di piedi cubi, il 14% al di sopra della media dei cinque anni per questo periodo dell’anno.

I prezzi del greggio di Febbraio sono finiti in basso per la settimana corrente. Volume di trading molto bassi e la volatilità sopra la norma hanno contribuito ad aiutare il mercato a stare molto basso durante la settimana scorsa, a 37.96 dollari.

Vi consigliamo di fare trading nel mercato delle materie prime, con uno dei nostri validi broker CFD, che vi permettono di fare trading con dei quantitativi di denaro irrisori, un’alta leva finanziaria e degli ottimi bonus che permettono di fare trading con più soldi, investendone pochi.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *