Grafici per lo studio di opzioni binarie : come funzionano ?

Le opzioni binarie hanno conquistato gli italiani. Molti concittadini, infatti, hanno accolto con entusiasmo questo nuovo strumento di trading tanto da sviluppare tecniche di automazione per acquistare e vendere opzioni in automatico.

Un po’ come succede con i trading system meccanici, software che segnalano all’utente il momento giusto per entrare o uscire dal mercato future, commodity, valute, ecc. E in che posizione: al rialzo o al ribasso.

I segnali di trading sulle opzioni binarie sono un’invenzione molto recente. Si tratta di servizi che garantiscono l’invio quotidiano o cadenzato di previsioni sull’andamento del prezzo dell’opzione di vostro interesse. Sono fondamentali per le proprie strategie di trading con le opzioni binarie, in quanto consentono di integrare consigli utili nel proprio piano di investimenti.

Esistono diversi tipi di opzioni binarie. Alcune semplici altre più complesse. Le più semplici comportano un’unica scelta: il prezzo dell’opzione salirà o scenderà? E chi, meglio di un software, ci può aiutare nell’azzeccare la previsione.

Immaginiamo di tradare su opzioni commodity: questo strumento è così semplice perché non dobbiamo far altro che capire l’andamento del prezzo del petrolio, quindi se salirà o scenderà. Non si deve quindi prevedere il prezzo raggiunto. Allo stesso modo, un ottimo servizio di segnali per le opzioni binarie fa proprio questo: invia comunicazioni ai suoi abbonati che saranno a conoscenza dei rialzi o dei ribassi dell’oro nero.

Lo studio dei grafici nelle opzioni binarie

Chiunque decida di investire denaro attraverso le opzioni binarie prima o poi dovrà fare i conto con lo studio dei grafici, per molte persone il grafico è visto come un nemico, qualcosa di incomprensibile che può essere letto solo da esperti economi o analisti, in realtà non è così e con questo articolo vogliamo dimostrarvelo.

grafico-barre-opzioni

Cosa sono i grafici?

I grafici descrivono il trend (andamento) di un asset in un determinato periodo di tempo, ci danno informazioni riguardanti i prezzi e accompagnano il trader nell’elaborazione delle analisi tecniche, sono e saranno sempre una parte indispensabile nel campo delle opzioni binarie e in generale del trading. E’ bene precisare esistono diversi tipi di grafici a seconda delle informazioni che forniscono , ma per iniziare è fondamentale conoscerne almeno due: il grafico lineare e il grafico a barre. Questi due grafici rappresentano il primo passo verso la comprensione di tutti gli altri e offrono al trader notizie generiche sull’andamento del prezzo degli asset.

Il grafico lineare

Il grafico lineare è un tipo di grafico molto semplice e nello stesso tempo molto generico, il suo scopo è quello di indicare il trend di un asset che può essere di tre tipi:

  • Ribassista (trend negativo/diminuzione del prezzo)
  • Rialzista (trend positivo/aumento del prezzo)
  • Laterale (trend statico/il prezzo si mantiene sullo stesso livello)

Il grafico lineare fornisce al trader solo una prima impressione del trend dell’asset data la sua semplicità e la mancanza di dati fondamentali quali prezzo di apertura, prezzo di chiusura, prezzo minimo e massimo della sessione. Questo tipo di grafico è molto utile per chi si affaccia per la prima volta nel mondo delle opzioni binarie e qualunque trader deve essere capace di leggerlo.

Questo grafico indica il cambio Euro/Dollaro in un time frame (durata sessione) di 1 ora. Con le freccette rosse si vanno a indivare i punti di chiusura relativi al prezzo dell’asset (ogni ora). I segmenti hanno 2 colori: il verde ci indica che il prezzo della sessione è aumentato e, al contrario, il rosso indica una diminuzione del prezzo alla fine del time frame. Le informazioni che ci fornisce il grafico lineare come potete vedere sono molto semplici e ci danno solo un’idea dell’andamento dell’asset. Per conoscere più dettagli dobbiamo passare al grafico a barre.

Grafico a barre

Il grafico a barre, detto anche bar chart, è un tipo di grafico che fornisce molte più informazioni rispetto a quello lineare, infatti attraverso il suo studio non solo conosciamo il trend dell’asset, ma possiamo anche individuare il prezzo di apertura, di chiusura, nonché il prezzo minimo e il prezzo massimo che il nostro asset ha raggiunto durante il time frame (sessione).

Questo grafico già sembra più complicato del primo, ma in realtà non è così difficile interpretarlo, per comprenderlo meglio vi proponiamo un esempio scritto delle barre.

Con un’ipotetica freccia n°1 indichiamo il prezzo di apertura della sessione che in questo caso è di 1 ora. Con la feccia n°2 il prezzo di chiusura, ovvero il prezzo che ha raggiunto l’asset dopo 1 ora. La freccia 3 e la freccia 4 indicano il prezzo minimo e il prezzo massimo che il nostro asset ha raggiunto durante il frame, ovvero durante la sessione di 1 ora. Per quanto riguarda i colori, troveremo una barra verde qualora, alla fine del frame, il prezzo di chiusura risulti maggiore di quello di apertura. Al contrario, se il prezzo di chiusura sarà inferiore a quello di apertura, la barra sarà di colore rosso.

Lo studio dei grafici è fondamentale per poter effettuare un’analisi tecnica e capire il trend degli asset. Senza di essi, i trader non potrebbero operare e pertanto il nostro consiglio è quello di iniziare con lo studio di questi due semplici grafici e, una volta raggiunta una piena conoscenza di essi, passare a grafici più ricchi di informazioni.

Come si raggiunge il successo negli investimenti finanziari

Moltissime persone che iniziano a fare trading, e vedono che con questo strumento d’investimento si riescono a fare molti soldi, si chiedono: ma come si come si raggiunge il successo negli investimenti finanziari? Non è sicuramente una domanda facile alla quale rispondere, in quanto il successo nel trading è composto da molti fattori, vediamo dunque di elencarli, per poi trattarli uno per uno.

Gli elementi per raggiungere il successo negli investimenti finanziari è questo:

  • Piattaforma di trading online
  • Obiettivo e strategia
  • Rischio e rendimento
  • Disciplina

Tagliando corto, gli elementi che solitamente sono considerati “principali” nell’ottenimento di un successo finanziario incredibile, sono quattro. Con questi quattro elementi riuscirete a raggiungere un’abbondanza economica sufficiente da potervi far dire con tranquillità ai vostri amici che avete raggiunto il vostro obiettivo negli investimenti finanziari. Il nostro è semplicemente un riassunto, chi volesse approfondire in maniera più scientifica gli argomenti tecnici legati al trading può consultare http://www.trendvincente.com/trading.

Piattaforma di trading online

La piattaforma di trading online è sicuramente l’aspetto più importante per l’ottenimento del proprio successo finanziario. Con una piattaforma di trading online valida, regolata CONSOB e quindi legale, è possibile far fruttare al meglio i propri investimenti, in quanto non ci saranno problemi tipo: bug, blocchi della piattaforma, slippage e altri problemi che affliggono molti trader che si registrano sulle piattaforme truffa.
Una piattaforma di trading online che riesca a soddisfare le vostre esigenze, è a dir poco fondamentale. Nessuno vuole registrarsi su una piattaforma truffa, in quanto tutti vogliono avere successo con gli investimenti nel mondo della finanza. Per non parlare poi del fatto che, su una piattaforma di trading online valida, gli spread e le commissioni sono molto basse rispetto alla concorrenza, e quindi vi consentono di fare trading a bassi costi.

Diciamo quindi che la piattaforma è vitale per un trader che vuole fare soldi veramente sui mercati, se vi registrerete su una piattaforma fasulla, non farete mai un soldo. Quindi pensateci bene prima di registrarvi, e controllate sempre il numero di licenza CONSOB, e verificate che sia presente questo marchio:

Obiettivo e strategia

Una volta che avete scelto e ponderato in maniera ottimale la piattaforma di trading, e siete quindi sistemati in un ambiente regolato, e in una piattaforma che si addice alle vostre esigenze. È arrivato il momento di pensare al proprio obiettivo di trading. Quanto volete fare al mese? Volete rischiare tanto o poco? Trading long term o scalping? Azioni o Forex? Queste sono solo alcune delle domande che vi dovrete fare.

Un obiettivo, in qualsiasi strategia di trading, ci deve sempre essere, ma è molto complesso da verificare, in quanto servono vari dati, come ad esempio la strategia che volete attuare sui mercati finanziari. Siete più propensi ad investire sul lungo termine, oppure per il breve termine? Già in base a questa risposte, saprete che tipo di indicatori tecnici utilizzare per la vostra strategia. Se opterete per una strategia a breve termine, gli indicatori saranno di tipo “minuto per minuto” come RSI (15), Stocastico (15,3,3), MACD (Default), e se invece sarà una strategia a lungo termine, meglio optare per indicatori con periodi giornalieri, come SMA (100), se invece volete una via di mezzo come il medio termine, vi conviene utilizzare EMA (100), (10), (5) e MACD (Default) tutti impostati con periodi di 1 ora per ogni barra.

Rischio e rendimento

Il rischio e rendimento si può esprimere con la frase: “Rischio X per guadagnare Y”. Ad esempio, in una coppia forex EURUSD che compro a 1.2000, se imposto lo stop loss a 1.1900 e take profit a 1.2200 significa che rischio 1 per guadagnare 2, quindi risk/reward pari a 1:2. Il rapporto di rischio-rendimento viene calcolato da molti trader per comparare i profitti attesi rispetto alla quantità di rischio assunta per guadagnare le cifre che ci si era prefissati. Ci deve essere sempre un rapporto di rischio e rendimento. Non fate l’errore, che fanno molti, di pensare che il rischio sia infinito, chiudendo la posizione non appena diventa “verde”, ma lasciate scorrere i profitti e bloccate le perdite. Sempre.

Disciplina

Questo è un concetto molto più generale. La disciplina purtroppo non si può “imparare” in 2-3 giorni o leggendo una guida, ma è l’insieme di tutte le lezioni che avete preso sui mercati, perdendo. Esatto, perché perdendo si impara. Passate qualche mese con la piattaforma di trading demo, così perderete senza perdere soldi reali, fortificando la vostra strategia e disciplina.

La disciplina rappresenta tutti quei piccoli accorgimenti che differenziano un trader professionista, da uno che pensa che il trading online sia semplicemente un gioco d’azzardo. Non è così, in quanto il trading è una professione, e ci sono tantissime persone, come noi, che vivono di trading ogni giorno. Con la disciplina si riesce a rendere meccanici una serie di processi, che vengono eseguiti poi sistematicamente per essere profittevoli sui mercati finanziari.

Il consiglio per acquisire disciplina potrebbe essere quello di avere prima di tutto un money management. Impostare quindi una dimensione massime per le posizioni aperte sul proprio account, e ricordarsi di settare sempre un rapporto di rischio/rendimento alle proprie posizioni. Spesso è infatti molto meglio avere dei livelli prestabiliti di chiusura delle posizioni in profitto/perdita, che stare a chiuderle manualmente.

Cosa sono i CFD online e come funzionano

Se ti stai domandando cosa sono i CFD e come funzionano ti diamo il benvenuto a questa piccola guida che ha intenzione di rispondere proprio a questi arcani. Molte persone oggi sentono parlare di CFD e sono curiose di sapere come funzionano, ma poche hanno le reali risposte che desiderano perchè, quando si cercano informazioni in rete a volte diventa difficile capirci qualcosa. Quindi la prima cosa che cercheremo di fare qui, è chiarezza! Cercheremo di spiegare nel modo più semplice e conciso possibile i meccanismi dei CFD e di farti comprendere perchè rappresentano anche per te una concreta opportunità di investimento.

Il trading online con i CFD è ormai universalmente riconosciuto come la modalità definitiva di investimento online e che sta diventando sempre più famosa e diffusa. Chi vuole fare trading con i CFD è innanzitutto attirato dai profitti che si possono fare, visto che al di fuori di internet, poi, le condizioni lavorative attualmente non sono delle più rosee e li fuori esistono ben poche alternative concrete per iniziare a guadagnare.

Investire il proprio denaro è da sempre la maniera più intelligente per utilizzarlo. Gli utili che si possono incamerare investendo i propri capitali su internet oggi con il sistema dei CFD incontrano pochi rivali che possono tentare di rivaleggiare per quantità e velocità degli introiti, ecco perchè è chiaro che possano benissimo fare gola ai più. Se ti senti interessato anche tu alle grandi possibilità offerte dal settore non mancare di continuare a leggere il nostro articolo e di carpire, così, quelle informazioni che cerchi e che ti facciano percepire le potenzialità del trading online sui CFD.

Cosa sono i CFD online? Una grande occasione

Un temo investire nei mercati finanziari non era semplice come oggi, ovvero da quando sono in vigore i CFD. Oggi chiunque e dovunque può decidere di iniziare a fare trading. Ogni neofita ha la concreta possibilità di inserirsi nel settore grazie alla enorme quantità di informazioni presenti gratuitamente online, dove può apprendere tutto ciò che desidera per rendere vincenti fin da subito i propri trades.

Tempo fa questo era un settore assolutamente elitario e riservato a chi avesse compiuto degli studi ben approfonditi e specifici del campo, ma soprattutto bisognava avere accesso ad enormi capitali ed alle sedi classiche dove si poteva investire, come la tanto conclamata “borsa”. Le persone che avevano accesso al trading quindi potevano ritenersi dei privilegiati pronti a spartirsi tra di loro enormi ricchezze che oggi invece, pur essendo rimaste altrettanto grandi (anzi sono sicuramente aumentate) possono essere spartite tra milioni di persone che fanno trading sui CFD, nel mondo.

Le cose sono cambiate radicalmente da quando hanno fatto il loro ingresso in campo i broker, ovvero gli intermediari tra le persone comune ed i mercati finanziari, ma ovviamente parliamo di brokers che operano online! Tramite loro tutti oggi hanno accesso ai mercati finanziari con le negoziazioni di CFD, quindi tutti possono aspirare anche con capitali trascurabili ad ottenere le ricchezze che hanno sempre desiderato e che si trovano già li, pronte per essere conquistate.

Anche se non hai compiuto studi propedeutici per il settore e non disponi di cifre incredibili che possano rappresentare il tuo capitale, le porte dei mercati oggi non sono per te chiuse e mai lo saranno fino a quando sceglierai di usare la chiave dei broker e dei CFD per aprirle! Proseguiamo adesso la nostra piccola guida parlando di CFD più nello specifico per chiarire come funzionano e come ti consentono di guadagnare investendo.

Cosa sono e come funzionano i CFD?

cfd-cosa-sono

I CFD online, sciogliendo, l’acronimo, non sono altro che i cosiddetti Contratti per Differenza, si tratta in sostanza di un metodo per investire nei mercati finanziari ai soli fini speculativi, i quali possono essere utilizzati dai traders su una enorme varietà di strumenti finanziari, chiamati tecnicamente strumenti sottostanti. Parliamo dei famosi asset di cui hai già sicuramente sentito parlare come: il petrolio, l’oro, le coppie di valute come il famoso EUR/USD ( euro / dollaro ).

Il trading tramite i CFD ti consente di tradare questi beni e molti altri proprio come se li possedessi, proprio come se tu fossi andato in borsa a chiedere un barile di petrolio e comprarlo ad un certo prezzo per poi venderlo al momento in cui il prezzo si sia maggiorato ed ottenere così una plusvalenza, ovvero un guadagno. Per farti capire molto semplicemente è come comprare a 5 e vendere a 10 è come quando un qualsiasi commerciante si reca a comprare le merci all’ingrosso e poi le vende al dettaglio ad un prezzo maggiorato, ecco perchè con i CFD si può guadagnare così tanto ed in così breve tempo.

I broker online sono il tuo ingresso privilegiato all’utilizzo dei CFD. Si tratta di providers, regolarmente autorizzati, che sono gli unici a poterti offrire l’acquisto e la vendita di sottostanti su internet, comodamente da casa tua. I CFD sono propriamente detti anche “strumenti derivati” perchè quello che fai non è comprare realmente le obbligazioni, i metalli o le valute, altrimenti il discorso si complicherebbe e le spese aumenterebbero, quello che acquisti è un contratto il cui valore però è uguale a quello del sottostante. Quando sul bene si verificano delle variazioni nel prezzo queste saranno seguite fedelmente dalla tua posizione e determineranno gli esiti del tuo investimento. Un sistema, molto semplice, ma molto efficace.

Anche se parlare di “contratti” a noi non piace è questo il gergo tecnico, ma qui specifichiamo che tu questi contratti non li vedrai proprio mai, non c’è da firmare nulla, non c’è da fare alcuna richiesta e non ci si impegna in nulla legalmente, se non da accettare le eventuali perdite ed ovviamente i grandi profitti che derivano da attività di questo tipo. Di volta in volta sarà il broker a fare le tue veci e garantire per te, tutto ciò che tu devi utilizzare sarà la piattaforma di trading, un semplice strumento per effettuare investimenti come preferisci e sui beni che desideri, dotata di tutte le opzioni possibili che ti aiutino anche nella gestione del rischio sugli investimenti.

I CFD funzionano o sono una truffa?

Noi siamo consapevoli che in rete talvolta circolano opinioni discordanti a riguardo dei CFD e del trading online in generale. Noi però siamo qui per il semplice scopo di fare informazioni e non ci guadagniamo nulla a raccontare fandonie, quindi vogliamo rassicurarti e farti comprendere che il trading online sui CFD è una attività, innanzitutto perfettamente legale ed un metodo molto famoso e conclamato per fare guadagni reali su internet, investendo con un procedimento in tutto e per tutto assimilabile a quello che utilizzano i veri operatori di borsa e regolato da leggi certe e stringenti che vanno tutte a TUTELA del trader, il primo ed indiscusso “consumatore” di questi servizi offerti dai broker.

Probabilmente essendo che il trading online è ormai diventato un fenomeno di massa, ognuno può sentirsi libero, qualora fosse rimasto deluso, di andare in giro su internet a gettare il seme della discordia scaricando le proprie frustrazioni su ignari lettori e potenziali aspiranti traders che a quel punto non possono non cadere nel dubbio e magari giungere a privarsi di questa lucrativa opportunità, la quale invece andrebbe testata e sondata fino in fondo, perchè può realmente portare ad ottenere la propria entrata mensile in maniera molto più semplice e diretta dei classici lavori che si possono trovare in rete ed ormai anche fuori.

Ribadiamo quindi il concetto che oggi in Europa e nel mondo NESSUNO ha il diritto di fornire servizi finanziari se non i broker autorizzati per farlo, quindi chiunque dichiara di essere stato truffato da un broker autorizzato è a sua volta passibile di querela per diffamazione per il semplice fatto che i broker regolamentati hanno dovuto superare un durissima trafila che infine li ha portati ad ottenere tutte le carte in regola per fornire i loro servigi ad una grande platea di utenti. Se è vero che di quando in quando possono verificarsi disservizi, come è normale che possa accadere per chiunque offra appunto dei servizi, è altrettanto vero che nessuno è mai stato truffato da un broker autorizzato:

  • Dalla CySEC: authority di Cipro che ha il controllo sulle autorizzazioni concesse a tutti i broker che hanno sede legale sul territorio cipriota. In pratica, siccome molti broker hanno sede legale a Cipro per evidenti convenienze fiscali, (che non vanno ad intaccare gli interessi degli investitori anzi al contrario rendono il trading sui CFD ancora più conveniente) l’Unione Europea ha demandato a questo organismo di controllo poteri speciali per concedere autorizzazioni valide in TUTTA l’Unione Europea.
  • Dalla CONSOB: parliamo invece in questo caso della authority nostrana che vaglia ulteriormente chiunque abbia intenzione di offrire prodotti finanziari nel nostro Paese allo scopo di tutelare gli investitori ed i traders su qualsiasi piattaforma di brokeraggio autorizzata dove essi intendano operare!

Il trading sui CFD per quanto inizialmente possa sembrare complicato rappresenta una delle più concrete possibilità di investimento a cui oggi le persone possano pensare di accedere. Grazie ai costi ridottissimi, grazie al meccanismo della leva finanziaria che permette di incrementare il capitale di investimento e grazie alla enorme varietà di possibili asset di investimento, oggi puoi crearti anche tu la tua rendita mensile ed emergere vincente, fuori dalle attuali condizioni frustranti del mondo del lavoro.

Come essere pragmatici negli investimenti con le azioni

L’investimento nel mondo delle azioni, deve essere prima di tutto semplice. Se non si capisce ciò che si sta facendo, è bene lasciar perdere tutto e ricominciare da capo. Scoprite con noi i più grandi trucchi per trovare il bandolo della matassa ed iniziare alla grande nel mondo degli investimenti.

Investire nel mondo delle azioni, non è un’operazione da prendere sottogamba. Diciamo questo perché gran parte degli investitori hanno assimilato il mondo degli investimenti online con i CFD nell’azionario, come se fosse un qualcosa con cui fare soldi molto velocemente. Questo è vero in parte, in quanto soprattutto con le opzioni binarie è possibile guadagnare anche cifre assurde come l’80 percento del proprio investimento. Tuttavia, se volessimo andare a considerare cifre ben più umane, ci aggireremmo intorno al 10-20% annuale.

Ovviamente, quando si tratta di fare grossi guadagni percentuali, i rischi aumentano. E non vogliamo assolutamente che il nostro conto venga prosciugato da un errore umano, a causa dell’alto rischio che ci siamo assunti con una trade, che magari era troppo azzardata. Più basso è il guadagno, e quindi più basso sarà anche il rischio. I più grandi investitori preferiscono ovviamente avere i propri soldi al sicuro, accontentandosi di modeste cifre percentuali. Ma è proprio in casi come questo che il trader di successo cresce esponenzialmente anno dopo anno. Dovete quindi immaginarvi come una sorta di “formica operosa”, che ogni anno mette da parte un po’ di cibo e continua a costruire la propria casetta.

Quale categoria di ceto sociale è più propensa ad investire?

Non importa che siate dei giovani oppure delle persone adulte, resta il fatto che le nuove generazioni sono meno avverse al rischio, meno avverse agli investimenti in borsa. Tuttavia in America il trend è molto maggiore che in Italia, i giovani hanno il 52% in soldi contanti, e il 28% in azioni. Tuttavia in america in passato la situazione era molto diversa, in quanto il 23% era riservato al denaro contante, e soltanto il 46% in titoli azionari. Questo perché ancora non c’è una vera e propria educazioni agli investimenti, e questo è stato uno dei tanti motivi per i quali abbiamo deciso di creare il nostro grande network che sta man mano diventando uno dei leader nel settore degli investimenti.

Secondo un sondaggio del 2013, il 43% dei cosiddetti “Millennials” non si sentono a loro agio ad investire nel mondo delle azioni, ovvero quelli che noi in Italia chiamiamo la Generazione Y, (conosciuta anche come Millennial Generation, Generation Next o Net Generation) ovvero in parole povere la generazione del nuovo millennio. Gli appartenenti a questa generazione, vengono anche comunemente chiamati Millennials o Echo Boomers, e sono le persone nate tra gli anni ottanta e i primi anni duemila nel mondo occidentale (o primo mondo).

Non lasciatevi prendere dalla sfiducia, siate pragmatici

Un mondo così (a prima vista) difficile, come quello degli investimenti in azioni, è normale che sia uno scoglio difficile per gran parte delle persone che vogliono investire in questo ambiente. Tuttavia, investendo in maniera saggia e conservativa, oppure investendo una piccolissima parte della vostra liquidità, vi permetterà di essere prima di tutto davanti a tutti quegli altri.

Per i giovani infatti,  è molto comune investire tanto, e in maniera aggressiva. E questo li porta poi a perdere gran parte del proprio capitale, e quindi ovviamente dopo un certo periodo di tempo, anche la fiducia.

Ecco come non rimanere “bruciati” dagli investimenti

Investire con eToro

La prima cosa da fare è: cancellate tutto quello che sapete o che vi siete fatti inculcare nel vostro cervello dagli altri, e stateci un attimo a sentire.

Per avere successo nel mondo degli investimenti, bisogna essere come una sorta di spugna, non bisogna essere soffocati dai preconcetti e non bisogna assolutamente considerare un unico metodo di investimento, in quanto il primo consiglio principe del mondo degli investimenti nel campo delle azioni, è quello di diversificare.

“Investire è semplice, ma non è facile.”  Warren Buffett

Questa è una frase molto criptica di Buffett, il più grande investitore mai esistito, ma che ci spiega quanto sia importante prima di tutto cercare di semplificare l’intricato insieme di concetti che legano il mondo delle azioni, ma che una volta risolto, vi aprirà le porte alla vostra libertà finanziaria che avete sognato.

Il mercato funziona in base all’offerta e alla domanda, ma l’investimento deve essere razionale

Adesso non venite a dirmi che secondo voi è razionale investire in un’azienda, perché avete visto che la “media mobile puntava nell’impervenduto” e il prezzo si trovava su un supporto. Se dite una cosa del genere ad un capo di hedge fund, vi riderà in faccia in men che non si dica.

Per acquistare un titolo azionario, bisogna prima di tutto eliminare tutti i preconcetti che ci siamo fatti, investendo razionalmente. Invece che guardare quindi alla media mobile o ad altre cose che vengono principalmente utilizzate da scalper, o comunque da traders che commerciano a breve termine, io per acquistare un titolo azionario, devo prima di tutto trovare il valore intrinseco di quel titolo, e solo e soltanto se il prezzo sarà inferiore al valore intrinseco del titolo io vorrò acquistare quell’azione. L’azienda inoltre, dovrà essere gestita da persone capaci, solo così saremo sicuri di poter riuscire a tenere quelle azioni, guadagnando ottimi profitti.

Il rischio, esiste solo quando non siamo al corrente di quello che si sta facendo. Tuttavia è sempre meglio avere un’idea generale di quello che è giusto, rispetto ad ovviamente essere nel preciso torto, nell’errore.

Tuttavia, non potrete aspettarvi dei grandi guadagni con un piccolo investimento. E’ una sorta di comportamento stupido questo. Dovrete essere pazienti, e attendere i frutti che verranno, ci vogliono molti anni, ma chi ha piantato il seme anni fa, adesso se ne sta sotto un bell’albero all’ombra.

Dove e come iniziare a giocare in borsa

Come si fa a giocare in Borsa (tramite CFD) iniziando a monitorare le azioni migliori ? Abbiamo visto nel nostro primo articolo come fare ad investire nella Borsa, un settore che evoca molti sogni tra gli aspiranti investitori. Troviamo spesso il termine giocare in borsa per indicare l’azione che i trader fanno nel momento in cui investono in titoli azionari in Borsa.

Attenzione però a non confondere la Borsa con un gioco perchè tale non è.

Sul web troviamo spesso articoli che parlano di come investire in borsa da casa. Come si fa ? E’ facile iniziare a fare trading ? Partiamo dal presupposto che stiamo parlando di investimenti e dunque di rischi di perdita di capitali. Chi pensa che sia un gioco sta iniziando con il piede sbagliato. Con questa affermazione non vogliamo spaventare nessuno. Per iniziare basta avere la volontà di imparare e utilizzare le giuste piattaforme di trading.

Tre sono le componenti fondamentali per essere vincenti: studio, determinazione e talento.

Una delle cose da tenere bene a mente è che bisogna scegliere la piattaforma finanziaria giusta, ci sono moltissimi broker sul web ma pochi sono davvero performanti.

Ad esempio la più usata per fare su indici e azioni è decisamente Plus500 che permette di ricevere un conto demo gratuito ed illimitato ed ha assistenza italiana e dedicata. Se volete fare trading in Borsa troverete questo sito davvero utile.

Fate click qui per iscrivervi al sito di Plus500 ed iniziare a investire in titoli azionari (tramite CFD).

Questa prima soluzione permette di negoziare su titoli azionari sfruttando i contratti per differenza (CFD). Un modo differente di operare ma altrettanto efficace è quello di usare le opzioni binarie sfruttando i segnali di trading. Ad esempio 24option è un broker che offre un ottimo servizio di segnali, gratuito per tutti gli iscritti alla piattaforma.

Fate click qui per ricevere i segnali di 24option gratis.

Perchè investire in Borsa online

Un tempo per giocare in borsa online si dovevano comprare le quote azionari delle società che venivano proposte nel listino fra quelle quotate. Gli operatori erano concentrati tutti sulla borsa italiana. Oggi tramite i CFD si può investire in borsa sulle azioni di società quotate in tutto il mondo. Si trattava di un investimento a lungo termine e fatto attraverso i tradizionali circuiti bancari. C’è da dire che quando si acquista un titolo azionario in Borsa si deve sperare solo che questo vada bene ed aumenti il suo valore nel tempo.

Nel momento in cui un’azione crolla in Borsa si è perso tutto il proprio investimento. Ecco perchè i broker oggi offrono il trading in Borsa tramite strumenti derivati come i contract for difference e le opzioni binarie. Si hanno vari vantaggi:

  • il capitale da investire è basso e l’investimento meno oneroso
  • si può sapere a priori quanto si guadagna e quanto si perde
  • non si corre il rischio di tenere titoli deludenti nel proprio portafoglio

Per negoziare si deve dunque solamente prevedere la direzione che il prezzo del titolo prenderà (al rialzo o al ribasso) investendoci un piccola porzione di capitale. In caso di previsione giusta è possibile comunque fare profitti anche se il titolo scende, cosa che non è possibile con gli investimenti azionari tradizionali.

Tutte queste caratteristiche hanno reso l’investimento in borsa ed in generale il trading online molto popolari grazie a prodotti finanziari molto facili da utilizzare. In più sono nate moltissime piattaforme per il trading on line che sono gratuite e sono regolamentate da molti enti come CyseC o Consob in Italia.

Se notate anche le banche online come Fineco, Webank, Ing Direct ed altre oggi hanno cambiato la loro filosofia ed offrono il trading azionario tramite i derivati. Dunque visto che parliamo di uno stesso approccio non è conveniente usare le banche a causa dei costi per aprire un conto corrente bancario e per le commissioni altissime.

Come si inizia a giocare in Borsa


Chi vuole iniziare a sperimentare il gioco in borsa può trovarsi davanti ad un problema fondamentale : capire il livello di difficoltà di questo tipo di investimenti. In realtà può sembrare un settore molto difficile ma non è proprio così. L’atteggiamento giusto fa la differenza dunque dimenticate il fatto che la Borsa è un gioco. Chi ragiona così finisce solo per perdere soldi.

Torniamo ad uno dei punti presentati all’inizio dell’articolo : lo studio. Essere informati è fondamentale per potersi preparare adeguatamente agli investimenti. Su Internet ci sono molte guide interessanti che esprimono punti di vista indipendenti e che spiegano come iniziare ad investire nella Borsa. Come leggerete molte guide insistono sulla qualità della piattaforma di trading scelta che dovrebbe essere autorizzata, di qualità ed anche conveniente. Attenzione alle commissioni sulle transazioni eseguite (modello bancario), se ci sono evitate di usare quel broker. Ricordatevi che i migliori broker non hanno alcun tipo di commissione nè costi nascosti.

Come si fa a giocare in Borsa da casa?

La prima cosa da fare è creare una propria postazione per il trading se volete lavorare da casa. Potete anche sfruttare un vecchio computer fisso da dedicare esclusivamente a monitorare. Fatto questo è sufficiente avere una connessione ad Internet, iscriversi ad una delle piattaforme di trading di qualità (ad esempio come questa) e iniziare a fare le vostre operazioni.

E’ ovvio che ogni investitore ha di fronte una scelta. Può continuare a farsi spennare soldi dalle banche o scegliere una piattaforma di qualità che operi tramite i CFD o le opzioni per operare su titoli azionari e perchè no anche sugli indici.

Non dimentichiamoci anche che molte di queste offrono delle piattaforme mobile di assoluta qualità come ad esempio XM che è una delle più performanti.Permette di negoziare tramite smartphone e tablet in mobilità da ogni posto anche fuori casa.

Ovviamente si tratta di una cosa in più, non conviene fare trading per strada ma è meglio stare seduti dietro al pc e concentrati. Si può sfruttare questa caratteristica solo per controllare le posizioni aperte, ovviamente è un nostro pare personale.

Come investire in Azioni

Il mercato borsistico è fatto di scambi di azioni o titoli azionari. Che significa investire in azioni ? Significa essenzialmente diventare membro di una piccola parte di capitale di una società condividendone dividendi ma anche i fallimenti. In pratica acquistando azioni di una società si acquistano piccole parti di capitali e dunque si ha il diritto di voto in assemblee. Nella realtà partecipano alle assemblee societarie solo i grandi azionisti.

Purtroppo non sempre le cose vanno bene e le azioni possono anche crollare o diminuire come valore. Che cosa succede in questi casi ? Semplice, si ottengono delle perdite invece che guadagni. Anche vendendo le azioni ormai di scarso valore si racimolerebbero giusto pochi spiccioli. E considerate inoltre che pochissimi sono disposti ad acquistare un titolo azionario che va male in Borsa.

Per questi motivi è preferibile utilizzare i derivati che hanno comunque dei rischi (CFD e opzioni) ma permettono di fare trading in Borsa senza limiti e con minimi capitali. Meglio usare questi prodotti che investire nel mercato azionario in modo diretto.

Giocare in borsa : una guida

Per cominciare ad investire seriamente è bene partire da una buona guida. Una guida all’investimento in borsa dovrebbe partire dalle basi per arrivare poi a strategie. Per molti trader è fondamentale capire quali sono le azioni su cui puntare. Non è conveniente però affidarsi a previsioni esterne anche perchè dovrete prima o poi maturare la consapevolezza che siete in grado, attraverso lo studio, di fare da soli le vostre previsioni. Un’ottima analisi è quella dei dati storici che permette di avere dei dettagli importanti anche su andamenti futuri di un titolo.

Basatevi sul vostro istinto e cercate di crearvi da soli una strategia d’azione senza stare troppo a sentire i consigli degli altri . Imparate l’analisi tecnica e fate analisi direttamente sui grafici migliorando la vostra capacità di osservare i dati. E questo nessuna guida è in grado di spiegarlo.

Dove giocare in Borsa


Arriviamo alla conclusione di questo post cercando di capire dove è meglio investire in borsa. Come prima cosa consigliamo di non affidarsi agli istituti di credito, sopratutto a quelli Italiani che applicano costi e commissioni non indifferenti. E’ bene partire dalle guide gratuite che i broker offrono cercando di fare profitti con operazioni semplici e su mercati conosciuti. E’ la strategia migliore per iniziare a fare trading in borsa sul serio.

Salva

Salva

Salva

Migliori piattaforme di trading online

In questo articolo parleremo di piattaforme di trading, ovvero di quegli strumenti utilizzati dai trader per negoziare o meglio fare trading online sui mercati. Come vedremo è molto importante scegliere con cura la piattaforma di trading on line in quanto influisce sia in modo diretto che indiretto sui vostri guadagni.

Negli ultimi anni il trading online si sta evolvendo moltissimo grazie agli strumenti sofisticati che i broker oggi mettono a disposizione di tutti. Non occorre una laurea in economia oggi per fare trading, tutti possono farlo e guadagnare se usano gli strumenti giusti ed un può di buon senso. In passato pochissimi utenti potevano permettersi di fare trading sui mercati a causa dei costi molto elevati. Oggi se scegliete con attenzione un buon broker potete avere condizioni molto convenienti e strumenti praticamente gratis.

Oggi gran parte delle piattaforme offrono la possibilità di fare trading su una grandissima quantità di valute, titoli azionari, materie prime ed indici di borsa. Le banche, specialmente in Italia, hanno perso terreno nei confronti dei broker internazionali che si sono ingranditi sempre di più offrendo strumenti finanziari molto più remunerativi a condizioni più vantaggiose.

Migliore piattaforma di trading

Quali caratteristiche bisogna valutare per selezionare un buon broker. Considerate che le piattaforme di trading online non sono tutte uguali. E’ dunque difficile dare dei pareri oggettivi perchè ogni trader ha un suo stile e richiede dunque degli strumenti diversi.

Bisogna inoltre valutare il livello di preparazione raggiunto dal trader ed i costi applicati per singolo trade. Ci sono, ad esempio, piattaforme più adatte per i principianti ed altre destinate ad un’utenza più professionale. In ogni caso conviene iniziare da una piattaforma con conto demo per poi passare progressivamente a investire online concretamente con i propri soldi. Vediamo alcune delle piattaforme di trading più utilizzate in Italia.

24option

Una delle migliori piattaforme di trading è sicuramente quella di 24option. E’ un broker che offre rendimenti fino all’89%. E’ una piattaforma sicura ed affidabile che permette di fare trading sulle principali valute oltre che su indici e titoli azionari.

E’ cresciuto molto negli ultimi anni come broker tanto da essere diventato uno dei preferiti nel mercato italiano anche grazie a rendimenti elevatissimi. In 24option sono molto attenti ai clienti ed infatti vengono organizzati corsi di formazione online ed inviati segnali di trading in maniera del tutto gratuita, basta essere iscritti. b>Per accedere al servizio di segnali di trading clicca qui.

Plus500

Plus500* è una delle piattaforme di trading che offre un servizio esclusivo CFD. I Cfd sono dei contratti per differenza ovvero strumenti finanziari che consentono di negoziare sul prezzo di qualunque bene di mercato. Plus500 è una delle piattaforme con maggiore fiducia. La qualità di questa piattaforma è testimoniata dalle tante opinioni su Plus500 che sono sempre e comunque positive. In particolare Plus500 UK Ltd è regolata dalla FCA nel Regno Unito. Plus500 CY LTD è autorizzata dalla Cysec (Licenza No. 250/14).

E’ dunque una piattaforma molto conveniente in quanto ha zero commissioni e spread molto bassi.

*Attenzione il capitale con il trading via Cfd può comportare rischi di perdite.

Per iscriverti e iniziare a fare trading con Plus500 clicca qui. ((Leggere i termini e le condizioni applicate sul sito di Plus500.)

Markets.com

La piattaforma di Markets.com è una delle più conosciute nel mondo oltre ad essere molto conveniente dal punto di vista delle condizioni. Il gruppo di Markets è molto noto nel settore in quanto tra i primi ad avere molti marchi sicuri ed autorizzati dalla Consob.

Dal punto di vista della formazione è il massimo grazie a innumerevoli guide anche in pdf che offre a tutti i nuovi trader ma anche a quelli vecchi. Gli spread sono molto bassi e dunque convenienti per i trader. Offre corsi di trading gratis per tutti che permettono di iniziare a guadagnare sul serio, tenuti da professionisti del settore.

Per aprire un conto di trading con Markets.com clicca qui.

Piattaforme di trading gratuite

Tutte le piattaforme che abbiamo visto prima offrono un conto gratis e questo significa che non presentano costi per l’utente e non presentano delle commissioni. Le banche italiane invece obbligano l’utente ad una burocrazia troppo macchinosa e non sono per niente convenienti dal punto di vista economico. Pensiamo ad esempio che obbligano l’utente ad aprire un conto corrente, un prodotto perfettamente inutile per il trader.

Ad esempio Plus500 e XM hanno degli spread che le banche si sognano e stiamo parlando di due piattaforme veramente complete e senza costi.

Piattaforme di trading italiane

Meglio fare trading tramite una banca o una piattaforma di trading? Gli istituti finanziari non sono al passo con i tempi anche perchè offrono una leva molto bassa, fissano gli stop al posto dell’utente e richiedono una quantità tale di certificati che spesso induce l’utente ad abbandonare tutto.

Le piattaforme di trading on line hanno sicuramente vantaggi e svantaggi ma permettono di aprire un account molto velocemente e permettono di operare su una infinità di mercati che le banche non hanno. Per essere sicuri non è necessario che abbiano la sede in Italia, basta che siano regolate dalla CONSOB. Ciò significa che la piattaforma è in italiano e l’assistenza ed il supporto sono in lingua italiana.

Piattaforme con conto demo

Come abbiamo consigliato all’inizio è bene partire provando in prima persona la piattaforma oltre che leggendo le recensioni. In particolare i broker offrono le demo ovvero dei conti di prova gratuiti che permettono di simulare le operazioni di trading senza rischiare i propri soldi. Una volta che si è pronti si può passare in qualunque momento alla modalità reale versando soldi veri ed iniziando con l’operatività.

Guadagnare con il trading on line

Chiunque sceglie di fare trading online vuole raggiungere l’obiettivo di guadagnare soldi per diventare economicamente indipendente. Ovviamente non basta solo scegliere gli strumenti giusti, ci vogliono anche qualità umane e psicologiche ed una attitudine al guadagno.

Se volete fare questo mestiere dovete essere preparati a superare ed affrontare con coraggio le perdite, non tutti sono preparati a questo ma solo chi lo è può cercare di entrare nell’elite di coloro che vogliono diventare ricchi.

Investire online significa proprio questo cioè guadagnare sul lungo periodo usando la piattaforma giusta, è questo che fa la differenza.

Salva

Giocare in borsa online: tutti i rischi

Giocare in Borsa online non è solo un modo per guadagnare dei soldi: i soldi con la Borsa li possiamo anche perdere. Purtroppo chi comincia a operare non si pone il problema, pensa che tutto andrà bene e che ci saranno guadagni elevati. Ma non sempre questo succede. Ma da che cosa dipende il rischio di perdere soldi? Esistono diverse categorie di rischio, alcune possono essere controllate altre eliminate completamente. In questo articolo cercheremo di elencare tutti i possibili rischi che si corrono giocando in Borsa e soprattutto i modi in cui è possibile eliminarli o almeno controllarli.

Giocare in Borsa senza adeguata preparazione

Uno dei primissimi rischi in ordine cronologico che corre che gioca in Borsa è quello di cominciare a investire da casa senza però avere adeguata preparazione in materia. Dopo tutto basta poco: una connessione a internet, un broker, 250 euro o meno di capitale. Ed è così che cominciano moltissimi trader italiani, magari spinti da amici o parenti che dicono di aver guadagnato con la Borsa.

Queste persone cominciano con una visione piuttosto confusa: la Borsa viene vista come una specie di macchina che stampa soldi e che genera profitti per tutti, anche per coloro che nemmeno sanno che cosa sia. Si tratta di una visione sbagliata che genera risultati disastrosi: purtroppo la stragrande maggioranza di questi trader da spiaggia sbaglia tutto e perde rapidamente.

Come si fa ad azzerare questo rischio? Semplice, con un po’ di studio e approfondimento. Per tutti coloro che vogliono cominciare a giocare in Borsa e non sanno da dove cominciare, consigliamo la guida disponibile su http://www.mercati24.com/dove-e-come-investire-in-borsa/

Giocare in Borsa con un broker non regolamentato

Quante volte, consultando un forum finanziario, abbiamo letto le lamentele di questo o quell’altro che sarebbe stato truffato da un broker per investire in Borsa? Purtroppo le truffe ci sono e quando capitano è davvero molto doloroso accettare di perdere del denaro. Esistono broker che hanno condizioni molto opache, altri che di fatto impediscono i prelievi utilizzando ogni sorta di scuse, altri ancora che semplicemente spariscono, dalla notte alla mattina, portandosi dietro tutti i soldi dei clienti.

Ma allora è rischioso aprire un conto con un broker per investire in Borsa? Dipende. Ci sono broker che sono sicuri al 100% e broker che invece nel 99% dei casi trufferanno il cliente. Come si fa a distinguere? Semplicissimo: basta andare sul sito di CONSOB e verificare se il broker è autorizzato o meno. Un broker autorizzato è sempre sicuro al 100%. Un broker che non lo è può dare problemi e in molti casi li dà.

Giocare in Borsa con un broker poco conveniente

Assumiamo adesso di aprire un conto su un broker che è stato autorizzato e regolamentato dalla CONSOB. Abbiamo azzerato i rischi? Purtroppo non ancora. Pensiamo, ad esempio, a quello che succede se si apre un conto su un broker che applica commissioni sull’eseguito. Si pagano un sacco di soldi di commissioni, ottenendo in cambio un servizio che nella maggior parte dei casi non è buono. Ci sono broker senza commissioni, perché alcuni trader si ostinano a scegliere broker che applicano commissioni salate? Un mistero.

Come si risolve il problema di aprire conti su broker poco convenienti? Semplice, basta informarsi prima di effettuare il deposito sulle condizioni applicate. E se si legge la frase “commissioni sull’eseguito” chiudere subito senza nemmeno pensarci.

Giocare in Borsa e sbagliare le previsioni di mercato


Supponiamo adesso di avere una buona preparazione, di sapere cosa è la Borsa e come funziona. Supponiamo anche di aver aperto il conto su un broker autorizzato e regolamentato da CONSOB, senza commissioni. Abbiamo azzerato i rischi? No. Esiste un rischio che non può essere azzerato ed è quello di trading vero e proprio. Insomma, il rischio di non prevedere l’andamento del mercato in maniera corretta. Non possiamo fare previsioni accurate al 100%, è matematicamente impossibile per la stessa natura del mercato borsistico. Persino il trader più bravo può sbagliare qualche colpo.

Come si risolve allora il problema? Con il money management: si suddivide il capitale in tante piccole quote e si utilizza ognuna di queste quote per ogni operazione. In questo modo se anche un’operazione chiude in perdita, le perdite stesse non sono significative. E se la strategia applicata è vincente, il numero di operazioni che chiudono in perdita sarà molto più basso di quelle che chiudono in attivo.
E se la strategia non è vincente? In questo caso basta cambiare strategia. O anche smettere di fare trading: non è obbligatorio, in fondo.

Salva