• eToro
  • eToro
  • Migliore piattaforma social trading
  • Bonus fino a 800 Euro
  • Xtrade
  • Xtrade
  • Broker per negoziare su forex, indici, azioni
  • Bonus per investire in borsa
  • Banc de Binary
  • Banc de Binary
  • Bonus per i nuovi iscritti
  • Trading al Top per le opzioni binarie

Come investire in borsa

Investire in borsa è il primo passo per la propria libertà finanziaria. Scopri con noi come investire in Borsa e iniziare a fare i primi profitti nei mercati. Prima di tutto è bene fare una distinzione: volete fare trading a lungo termine, diventando magari dei value investor, oppure siete degli speculatori che vogliono subito fare soldi velocemente?

Nel primo caso, un value investor in borsa deve conoscere molto bene le aziende e cercare delle azioni dal prezzo ingiustificatamente basso rispetto al valore intriseco di quelle azioni. Nel secondo caso, vi conviene iscrivervi su un broker di opzioni binarie, entrare ed uscire dal mercato molto velocemente “grattando” qualche piccola percentuale ogni volta.

Resta il fatto che, ci sono tanti modi per investire in borsa, e tutti questi modi sono profittevoli.Adesso cercheremo di spiegarvi in maniera approfondita come tutto questo meccanismo della borsa funziona in pratica.

Investire in borsa è sicuramente una delle professioni più remunerative che potrete trovare nel mondo. E’ prima di tutto un qualcosa di estremamente facile da fare in quanto non necessita di alcuna abilità da professionista, appagante, rilassante in quanto non avete nessun capo che vi pressa per fare questo o quello. Nel mondo della borsa, è possibile fare trading quando si vuole, e i limiti ve li potete porre soltanto voi. Non esistono cifre impossibili da realizzare in questo ambiente, e con questa mini guida, ve lo dimostreremo.

Mettiamo quindi che avete messo da parte una cifra, e siete disposti ad entrare nel mondo della Borsa, tuttavia prima di incominciare a giocare in borsa, ci sono alcune cose da valutare. Vediamo la prima.

Che cosa significa investire in Borsa

Investire in Borsa significa essenzialmente investire nelle aziende in cui crediamo. Se io credo in Google, sono disposto ad investire in Google una certa quantità denaro, che mi frutterà nel corso del tempo.

Se invece sono un semplice speculatore, posso anche investire al ribasso in Google, sfruttando un eventuale movimento ribassista del titolo.

Se io investo 1000 euro in Google, e in un anno il titolo sale del 50%, avrò guadagnato ben 500 euro, senza fare essenzialmente nulla e dividendi esclusi. Vediamo quanto avrei guadagnato soltanto nell’ultimo anno grazie ad un investimento su Google:

grafico-azioni-borsa-google
Le azioni di Google, in un anno sono aumentate da 583 a 612. Le azioni sono quindi aumentate di 29 dollari, incrementando quasi del 5%. Con un investimento di 1000 euro quindi, avremmo fatto ben 50 euro di profitto, nettamente superiore ai vari tassi d’interesse offerti dalle varie banche. E abbiamo volutamente tolto dal calcolo i dividendi, che sono tutti profitti extra di cui gli investitori godono ogni tot mesi.

In base a cosa si muovono i titoli in borsa?

investire-in-azioni

Tutto varia ovviamente in base ai profitti che l’azienda pubblica periodicamente, dalle prospettive future, dai dividendi e da molti altri piccoli fattori.

Il prezzo di un certo titolo in borsa, può fallire miseramente nel caso le prospettive o i guadagni dell’azienda dovessero peggiorare. I valori di un titolo in borsa variano anche in base anche all’economia generale. Ad esempio il tasso d’interesse della Banca Centrale è un fattore molto importante: tassi bassi equivalgono a soldi a buon mercato per le aziende, tassi alti equivalgono a dei soldi “più costosi” per l’azienda in questione.

Indici di Borsa

Gli indici di borsa, sono praticamente la sintesi di un paniere di titoli di borsa. I movimenti dell’indice in questione sono praticamente una media pesata dei titoli compresi nel portafoglio. Esistono vari tipi di ponderazione: (capitalizzazione, prezzo etc). Il nostro indice più importante in Italia è il FTSE Mib.

Il FTSE Mib pesa in maniera diversa i vari titoli di borsa in base alla capitalizzazione.  Fiat, ad esempio, ha una capitalizzazione tra le più alte sul FTSE Mib, quindi avrà un peso maggiore sull’indice.

Quando investimento in un indice, investiamo praticamente su tutte le aziende contenute nell’indice.

Indici nazionali, come ad esempio il FTSE MIB di cui abbiamo parlato, rappresentano una nazione, e le sue più grandi aziende. Investendo nel FTSE quindi, noi investiremo in una nazione.

Fondi per investire in Borsa

La cifra che siete disposti a giocare in borsa, non soltanto significano quanto andrete ad investire in questo mercato, ma anche come andrete ad investire. Quando ci si iscrive ad un broker, ci sono molte restrizioni come le commissioni, deposito minimo, la necessità di diversificare e tante altre cose da prendere in considerazione.

Quando un investitore si avvicina al mondo degli investimenti in borsa, potrebbe sembrare tutto troppo semplice. Ci sono broker come Xtrade che accettano qualsiasi tipo di deposito, anche quelli piccoli come ad esempio 100 euro, e ci sono altri broker che a volte accettano solo depositi ben più grandi, come ad esempio 1000 euro o 10000 euro. E’ ovvio che dovremo optare per la prima opzione.

Con l’avvento del trading in borsa online, ci sono un sacco di broker con depositi minimi bassissimi, sono senza dubbio la migliore soluzione per iniziare, in quanto grazie a questi broker, le commissioni sono molto basse ed è possibile fare trading con semplicità ad alte leve.

Capire i costi per investire in borsa

Prima di iniziare a fare trading online, è necessario capire i costi di investimento. Sono tutti quei costi che andremo a coprire una volta aperto un conto con un broker di borsa. Ci sono le commissioni di deposito, le commissioni di ritiro, lo spread. Per calcolare la vostra strategia al meglio, dovrete inserire anche questi costi, altrimenti vi farete un’idea sbagliata dei possibili profitti della vostra strategia.

Molti broker, offrono i rebates, che sono dei bonus che vengono dati in base al volume di trading generato mensilmente. Sono degli ottimi modi per risparmiare sul trading di tutti i giorni, in quanto gran parte dello spread verrà rimborsato.

Investire in borsa può essere molto costoso se fate trading costantemente, soprattutto con un importo minimo di denaro da investire. Ogni volta che si apre una posizione sull’azionario, forex, indici etc, l’acquisto e la vendita, si incorrerà in una commissione di negoziazione. Commissioni di negoziazione vanno dalla fascia bassa di 1 euro per il trading, ma può anche arrivare a 30 euro per alcuni broker, le più basse di tutto il mercato sono senza dubbio le azioni di Xtrade. Ricordate, una trade è un ordine per l’acquisto di azioni di una società – se si desidera acquistare cinque titoli diversi, allo stesso tempo, questo sarà considerato dal broker come cinque posizioni distinte e verrà addebitato un costo per ciascuna di esse.

Investire in Borsa Online


Grazie all’avvento di internet, è adesso possibile investire online con pochi euro e con pochi requisiti. E’ infatti necessario semplicemente possedere un computer e una connessione internet.

Grazie all’avvento dei broker CFD (Contratti per Differenza) è possibile fare trading con le azioni senza possederle realmente.

E’ quindi molto facile fare trading in borsa online: basta registrarsi al sito del broker, inserire i propri dati personali, caricare la somma desiderata e iniziare a fare trading in tutta tranquillità, vendendo o acquistando a proprio piacimento.

Investire in borsa con le opzioni binarie


Ok, conosciamo il pubblico italiano, che è molto affezionato alle opzioni binarie, strumento di investimento molto remunerativo che consente di guadagnare sempre il massimo (alcuni broker fanno guadagnare il 90% per trade) a prescindere dal tipo di movimento che ci sarà sul mercato.

Sicuramente, se volete avvicinarvi al mondo della borsa, vi consigliamo anche le opzioni binarie in sinergia con il trading tradizionale. Perché? Beh, perché le opzioni binarie consentono di fare un trading alla portata di tutti. Con quelle Alto/Basso ad esempio, bisogna soltanto indicare, entra la scadenza, se il prezzo dell’azione andrà verso l’alto oppure verso il basso. Se la previsione è giusta, incasseremo il rendimento, che come abbiamo detto, può arrivare tranquillamente anche al 90%.

Con le opzioni binarie, i profitti possono essere così alti anche se il mercato non si muove più di tanto. Sicuramente è uno dei migliori strumenti di investimento per investire con semplicità, senza dover attendere grossi movimenti di mercato.

Investire in borsa con lo smartphone o tablet

Ci teniamo molto a specificare che i broker che consigliamo, hanno tutti una piattaforma dedicata non solo per il desktop, ma anche per gli smartphone e i tablet. Molti hanno inoltre addirittura l’applicazione per Apple iOS e Android Play Store. E’ importante fare trading in borsa in mobilità, in quanto è sempre possibile fare profitti in qualsiasi momento della giornata.

Investire in borsa in automatico generando un rendimento passivo


Con il broker eToro, è possibile copiare gli investitori che investono in borsa, generando di fatto un rendita passiva. E’ molto interessante questo metodo di investimento, perché essenzialmente permette anche ai trader più pigri di fare profitti semplicemente copiando un professionista che fa trading per noi. E lui cosa ci guadagna? Beh, semplice, eToro lo paga in base a quante persone lo copiano. Più guadagna, più persone lo copiano, e più guadagniamo anche noi! Questa è la formula di successo di eToro.

Giocare in borsa

Giocare in Borsa è un’attività molto remunerativa, ma per giocare in borsa nel migliore dei modi, è necessario diversificare. Investire in borsa in un range di asset, si riduce sensibilmente il rischio che un solo titolo azionario possa danneggiare i nostri profitti. E’ importante quindi seguire sempre la regola: “Non mettere tutte le uova in un paniere”.

Scegliere il giusto broker per fare trading in borsa

E’ possibile investire anche una piccola somma di denaro, se si è agli inizi. All’inizio è necessario subito capire qual’è il broker che fa per noi e bisogna anche essere a conoscenza delle restrizioni che un nuovo investitore va incontro.

Dovrete poi fare il vostro lavoro per trovare i requisiti minimi di deposito e poi confrontare le commissioni che gli altri broker. Noi di solito consigliamo Xtrade, che è senza dubbio il broker con le commissioni più basse, ma ci sono tanti altri broker che consigliamo, resta il fatto che voi dovete scegliere quello che più si addice alla vostra strategia di trading. Se volete fare trading in borsa sulle azioni, è meglio scegliere un broker come Xtrade che è molto specializzato in azioni. Se invece volete fare trading in borsa sul forex, eToro è senza dubbio la soluzione più intelligente.

Investire in borsa: conviene?

investire-in-borsa

Questa è una domanda che moltissimi utenti alle prime armi si fanno, e noi vi possiamo rispondere con tranquillità che investire in borsa conviene assolutamente, in quanto i guadagni fatti nel mondo della borsa sono estremamente superiori a quelli dei tassi d’interesse delle banche, obbligazioni, buoni fruttiferi postali etc. Pensate che solo con le opzioni binarie in borsa si può guadagnare il 90% nel giro di qualche minuto.

L’investimento in borsa è conveniente però solo e soltanto se il broker è regolato dalla CONSOB in persona, e con noi non vi dovete preoccupare in quanto quelli presenti sul nostro sito sono regolati.

Investire in borsa e fare profitti: come si fa?

Per investire in borsa bisogna investire nei titoli migliori, ovvero solitamente quelle azioni che sono leader nel mercato come Apple, Coca Cola, Google e molte altre ancora. Meglio non investire in titoli che non si conoscono a fondo. Persone come Warren Buffett affermano che:

“Investo in quello che mangio.” (Riferito all’acquisto di 1 miliardo di dollari di azioni coca-cola)

L’investimento in borsa deve essere razionale, se non si capisce a fondo il mercato è meglio non farlo. E’ quindi buona norma studiare in maniera approfondita l’economia, l’analisi tecnica e le prospettive di una data azienda.

Un’azienda in difficoltà non sempre è un investimento da scartare. Le grandi opportunità d’investimento si manifestano quando delle aziende eccellenti si trovano in circostanze inusuali che provocano il deprezzamento delle loro azioni.

Non c’è assolutamente bisogno di essere degli scienziati della NASA, chi investe sistematicamente batte quelli che hanno un QI di 160, anche se lui stesso ne ha solo 100.

Investire in borsa è rischioso?

Non crediamo che sia rischioso. E’ rischioso quando una persona vuole fare un sacco di profitti nel giro di una settimana, ma nessun trader è mai riuscito in un’esperienza del genere, e se ci fosse anche riuscito non è certamente durato più di tanto. Come disse Warren Buffett:

“Bisogna essere pazienti: non si produce un bambino in un mese mettendo incinte nove donne.”

Con gli investimenti, bisogna avere pazienza, sia che stiamo facendo un investimento a breve termine, che a lungo termine. Sia in borsa che nel forex, la pazienza deve essere sempre la chiave per aprire il forziere dei denari.

Crediamo inoltre che il rischio nasca nel non sapere quello che si sta facendo, quindi se volete acquistare un titolo in borsa, seguite prima questa mini guida, così sarete sicuri che la decisione che prenderete sarà quella migliore.